IL NUOVO SINGOLO DI DANIELE BARSOTTI: LUCI STROBOSCOPICHE A LONDRA

Lanciato in radio venerdì 1 novembre, arriva sulle piattaforme e negli store digitali LUCI STROBOSCOPICHE A LONDRAil nuovo singolo di DANIELE BARSOTTI, scritto da Daniele con Marco Canigiula, Marco Di Martino e Francesco Sponta. Il brano aiuta a riflettere per ricordarci che è bello vivere e amare.

Daniele racconta cosi la genesi del titolo di “Luci stroboscopiche a Londra”: “La scelta del titolo è nata dal fatto di poter riassumere e descrivere in poche parole, la bellezza dell’insieme di emozioni che nascono, quando in amore, scatta il “colpo di fulmine”.Questa forte e improvvisa sensazione, all’interno della nostra anima da’  vita a questi scatti di luce alternata, colorata e “impazzita” è da questi flash, che vengono generate appunto le “Luci stroboscopiche”. Io ed i miei compagni di lavoro, abbiamo scelto lo scenario misterioso e affascinante della città di Londra, come “cornice” a questo meraviglioso evento: l’innamoramento”.

Receive Updates

No spam guarantee.

I agree to have my personal information transfered to MailChimp ( more information )

Il brano è accompagnato da un video. “Dopo aver pensato a varie alternative, l’approccio scelto per girare il videoclip è stato quello più semplice e minimale – dichiara Francesco Faralli, regista del video – L’idea è stata quella di far vedere la ragazza amata a cui si rivolge il cantante/protagonista come se fosse una serie di immagini fugaci e vagamente eteree, come se fossero freschi ricordi che affiorano nei luoghi visitati dall’artista. La scelta dei posti è stata guidata anche dalla volontà di omaggiare i paesaggi toscani dove è cresciuto Daniele. Lo stile delle riprese – di comune accordo col giovane e talentuoso direttore della fotografia Alessio Hong – è stato scelto proprio per sottolineare il carattere sognante e dinamico che segue lo sviluppo della canzone, utilizzando obiettivi vintage che hanno conferito il particolare look delle immagini, con giochi di riflessi registrati direttamente in fase di shooting utilizzando prismi e altre superfici trasparenti e sfaccettate che rifrangessero la luce.”